Progetto “ORCHESTRA FEMMINILE ALMA”

Era il sogno di una ragazzina che amava la musica. E quel desiderio a lungo custodito si è avverato. Ho creduto che la mia passione per la musica potesse contagiare anche gli altri, tanto da decidere di fondare un’orchestra. Dopo anni di studio a tu per tu col pianoforte, ho sentito l’esigenza di uscire dal mio isolamento. Il pianoforte è uno strumento più solitario di altri. Ho suonato in formazioni da camera, duo, trio, quartetto, ma questo non mi è bastato. In orchestra ci si deve integrare come se si fosse parti di un unico strumento. L’orchestra è anche sempre stata per me la mia massima ambizione, che mi permette di suonare quanto di più complesso sia mai stato scritto per pianoforte. Nata il 28 dicembre 2013 come orchestra d’archi di 15 elementi, oggi ha voluto osare e si è ingrandita, diventando una vera e propria orchestra sinfonica.

Un progetto per valorizzare il talento delle donne e renderle protagoniste, io credo che quello che fa la differenza è il grande impegno delle donne, quando lavorano vogliono sempre avere il massimo della precisione e del risultato.

 Il progetto unisce l’eccellenza tecnica e il raffinato tocco di eleganza che le donne sanno conferire alla musica. Le ragazze che compongono l’orchestra provengono dai Conservatori di Torino, Cuneo, Alessandria. L’orchestra porta il nome Alma, per ricordare una donna musicista. L’austriaca Alma Maria Schindler, moglie di Gustav Mahler. Fu pianista, compositrice, pittrice e musa ispiratrice di tanti artisti. E’ stata una delle donne più importanti, vitali e attive del XX secolo. Alma è anche il nome dell’Associazione organizzatrice, associazione dalla poliedrica attività, che ha iniziato nel 2011, avviando corsi di musica e che ha poi ampliato le sue iniziative fondando ad Asti la rassegna del Caffè Letterario in Musica, che ha portato ad una quarantina di appuntamenti, che hanno riscosso sempre un grande successo. Classicità, purezza, ricerca del vero nel contenuto del testo musicale sono i principi ispiratori del progetto. Ricerca del vero e ricerca del bello coincidono. Impegno etico ed impegno estetico sono valori inscindibili. Dopo il debutto all’insegna della mescolanza tra generi diversi, classica, tanghi, jazz e rap, nel concerto con la formazione sinfonica tenutosi 3 anni fa, si è andati nella direzione opposta, ossia della valorizzazione della doppia classicità, del genere, e del programma.

 Il progetto prevede una rassegna di 3 appuntamenti dal titolo Alma nei Castelli.

Clicca qui per vedere i dettagli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *