Caffè Letterario 2017

Caffè Letterario 2017

Dove sono andati a finire i vecchi caffè letterari di una volta? Pratica che nacque in Francia nel 1700, luogo di incontro di artisti e letterati, in cui si parlava di arte, poesia, letteratura, di idee spesso rivoluzionarie e tra un caffè bollente e un altro, si leggevano i fogli quotidiani e si scambiavano libri proibiti.
Ha sempre rappresentato il luogo pubblico del fermento e dell’attivismo culturale.
Alcuni antichi caffè letterari sono ancora aperti oggi, come il Caffè Greco in via Condotti a Roma, o il Caffè Florian di Piazza San Marco.
E a distanza di tre secoli, sono tornati di moda, nelle principali città della penisola: Torino, Milano, Napoli, Genova, Bologna, Firenze, Catania, Palermo.

Dopo il successo della prima rassegna, nata su idea della pianista Ernesta Aufiero, torna ad Asti il Caffè Letterario in musica con nuovi temi e nuovi protagonisti.
Il concetto base è…cultura e ogni strumento per promuoverla è efficace.
In un’epoca in cui basta un clik per connettersi con chiunque da qualunque parte del mondo, torna il desiderio di esperienze antiche, fisiche e di contatto.
E’ il momento in cui ci si distacca dagli impegni quotidiani, aperto a tutti coloro che sentano l’insistente necessità di sfuggire alla monotonia della vita quotidiana.
Non vuole essere canonico luogo d’incontro tra letterati ed artisti per diffondere cultura, ma di persone comuni, che s’incontrano per confrontarsi, scambiarsi idee ed opinioni su temi sociali, letterari, musicali e filosofici, trattati in modo semplice, ma non banale.

 

Il primo appuntamento è venerdì 13 ottobre, ore 21, presso l’Archivio di Stato di Asti.

Per maggiori dettagli visitate la pagina relativa all’evento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *